impossible foods
Aziende

Impossible Foods

impossible foods

La StartUp Impossible Foods di Redwood City nasce nel 2011 da un’intuizione del fondatore Patrick O’Brown. L’ex Professore Emerito presso il Dipartimento di Biochimica della Stanford University, dopo un anno sabbatico decise infatti di impattare il mercato della carne, proponendosi di ricreare prodotti vegetali che rispecchiassero al 100% le peculiarità di carne pesce e latticini.

La Mission di Impossible Foods

Convintosi del fatto che l’impatto ambientale della produzione di derivazione animale fosse una delle più grandi minacce per il pianeta. Radunò il primo team di scienziati biochimici specializzati dedicandosi, per i primi 5 anni, completamente alla ricerca.

La particolarità di Impossible Foods infatti è proprio nella fusione tra ricerca e produzione. Ed è proprio da questa fusione che nasce la scoperta dell’ingrediente segreto, l’EME, una molecola del sangue, presente in tutti gli organismi viventi, che trasporta ossigeno e contiene ferro.

Secondo il team di O’Brown è infatti proprio l’Eme a infondere alla carne le caratteristiche organolettiche che tutti ben conosciamo. Parte così da questa intuizione una corsa alla riproduzione della molecola in laboratorio.

Corsa vinta grazie all’ausilio dell’ingegneria genetica e della fermentazione della proteina soia leghemoglobin, che si trova naturalmente nelle radici di soia.

Da qui, finalmente, nel 2016, vede la luce il primo Impossible Burger.

Questa scelta di produzione fa si che i prodotti di Impossible Foods debbano essere necessariamente classificati come OGM.

La mission ambiziosa dell’azienda californiana direttamente dalla voce del suo fondatore è quella di sostituire completamente il mercato della carne entro il 2035, ripristinando la biodiversità, riducendo l’impatto del cambiamento climatico e trasformando il sistema alimentare globale.

Riferimenti social dell’azienda:

You may also like

Leave a reply