Ultimissime

Dai funghi nascono gamberi, filetti di sushi e calamari

E’ tutto vero, i funghi possono diventare frutti di mare…

Tanti di voi si domanderanno: “ma perchè si pensa sempre alla salvaguardia della fauna di terra e nessuno pensa al popolo del mare?”

Ecco a voi chi rimedierà a tutto questo. Coloro i quali vi permetteranno di mangiare sushi senza aver prima sterminato un branco di salmoni.

Sono gli Aqua Cultured Foods.

Scopriamo qualcosa in più  

Aqua Cultured Foods è una startup di tecnologia alimentare a guida femminile.

Ha depositato ben tre brevetti.

Utilizza la fermentazione della biomassa e le proprietà intrinseche dei funghi per produrre analogamente frutti di mare, tonno e coregone.

La fermentazione microbica “fa crescere” efficacemente le proteine, invece della lavorazione del cibo vista in molte alternative a base vegetale. Questo metodo gli consente di conservare le sue fibre e i suoi micronutrienti naturali, oltre a non essere OGM.

Obiettivo

Sviluppare alternative ai frutti di mare che possano entrare nelle stesse nicchie culinarie, nutrizionali e culturali per ridurre la pressione sull’oceano e consentire l’opportunità di recupero.

Sviluppo

La società, ancora in fase embrionale, si sta preparando a ridimensionare la produzione e costruire la sua infrastruttura per poter rilasciare i suoi primi prodotti commerciali all’inizio del 2022.

Un rapporto sullo stato del settore, fatto negli Stati Uniti, ha recentemente rilevato che le vendite di frutti di mare alternativi sono cresciute del 23% nel 2020 rispetto all’anno precedente, con altri rapporti che suggeriscono che il 78% dei consumatori è desideroso di provare i prodotti ittici alternativi.

“La fermentazione della biomassa offre un’alternativa di pesce intera e non trasformata che è molto diversa dai frutti di mare a base vegetale disponibili oggi.”

Anne Palermo, CEO e co-fondatore di Aqua Cultured Foods.

Continua: “possiamo regolare le condizioni di produzione e gli input per creare una consistenza, una forma o un profilo nutrizionale diversi. L’entusiasmo per questi prodotti arriva da diversi settori, tra cui ristoranti e servizi di ristorazione. Allo stesso modo in cui alcuni prodotti vegani sono ora presenti nel reparto carne, i nostri possono essere venduti insieme al pesce di origine animale al bancone dei frutti di mare”.

Ammettilo, lo hai pensato anche tu… 

“Finalmente non ci sarà più il vegetariano che dirà, non mangio carne ma il pesce si”. Era ora.

You may also like

Comments are closed.